Comunicazione per convocazione plenaria

Buongiorno,
alleghiamo alla presente e-mail il volantino di convocazione della prossima assemblea plenaria del Comitato Genitori che si terrà in data 4 novembre 2015, dalle ore 20.30 presso la Sala Moneta.
Alleghiamo inoltre il volantino di presentazione delle attività della nostra associazione. Vi preghiamo di diffondere a tutti i genitori delle scuole di Cusano Milanino i due volantini. Nel corso della prossima settimana verranno distribuiti nelle classi anche in forma cartacea.
L’elezione dei nuovi rappresentanti di classe si sta completando in questi giorni nelle scuole. Vi preghiamo di aiutarci ad aggiornare le liste dei rappresentanti già eletti, confermandoci l’eventuale rinnovo della carica (su quale plesso – classe) oppure informando i nuovi rappresentanti di contattarci all’indirizzo e-mail info@genitoricusanomilanino.it
Vi ringraziamo sin da ora per la collaborazione e vi aspettiamo numerosi alla prossima assemblea.
Scarica i moduli

Riapertura Biblioteca Civica F. Malaspina

Si invia in allegato il programma delle iniziative previste in occasione della riapertura della Biblioteca Civica F. Maraspin.
Volantino verticale web - Riapre la Biblioteca_Pagina_1
Si inviano inoltre i link (sito Comunale) delle prossime iniziative organizzate dall’Amministrazione Comunale:

 

La legge 170 compie 5 anni

http://www.aiditalia.org/it/news-ed-eventi/news/legge170-anniversario-lettera

L’anniversario l’8 ottobre

La legge 170 compie 5 anni

Bologna, 8 ottobre 2015

Gentili Ministre Beatrice Lorenzin e Stefania Giannini,

scrivo col desiderio di festeggiare con Voi il compleanno della legge 170/2010, che proprio oggi compie cinque anni.

A partire dalle “Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico” c’è stata una presa di consapevolezza generale rispetto ai DSA. La legge 170 del 2010, però, non sancisce il solo diritto alle pari opportunità nell’istruzione per i ragazzi con dislessia, disgrafia, disortografia e discalculia. Da quel giorno, infatti, il Diritto allo Studio in Italia è diventato più forte, per tutti, anche grazie all’impegno delle Istituzioni e dei Ministeri che rappresentate.

Allo stesso tempo, quell’8 ottobre rappresenta un punto di partenza importante. In questi cinque anni è diventata ancora più evidente la necessità di lavorare assieme per far comprendere, in modo ampio e condiviso, il tema della dislessia.

Come sottolineato dagli esiti del XV Congresso Nazionale dell’Associazione Italiana Dislessia del 15 e 16 Maggio scorsi, il nostro Paese presenta buone pratiche assieme ad elementi di difficoltà diffusi. Ne è esempio la valutazione personalizzata che fatica ad essere tradotta a livello di Piano Didattico Personalizzato. Ad oggi, inoltre, non appare ancora chiaro il ruolo degli strumenti compensativi e delle misure dispensative, spesso avvertite come “facilitazioni”.

Per realizzare una didattica e ambienti più inclusivi è importante rispondere alle richieste di formazione sui DSA poste da molti insegnanti, desiderosi di aiutare i loro studenti. In questa direzione, l’Associazione Italiana Dislessia ha accolto con entusiasmo l’Atto di Indirizzo MIUR del 2014 che riconosce nell’innovazione digitale la possibilità di creare all’interno della scuola uno spazio aperto sul mondo, senza esclusioni.

Inoltre, risulta necessario identificare nuove modalità per ridurre efficacemente i tempi di diagnosi dei DSA, non solo per gli studenti ma anche per gli adulti. Ad oggi, ottenere una diagnosi aggiornata è pressoché impossibile per chi vuole accedere all’Università. Diventati maggiorenni, questi giovani adulti non sono più in carico alla neuropsichiatria infantile, trovandosi a dover affrontare l’assenza di centri specializzati nel rilascio della diagnosi per gli adulti. A questo proposito, è proprio di questi giorni la notizia che chiuderà l’unico centro aperto presso l’Arcispedale di Reggio Emilia perché il dott. Enrico Ghidoni, che ha guidato il centro in questi anni facendolo diventare un centro di riferimento e di eccellenza, andrà in pensione e non sarà sostituito.

Al raggiungimento di questi obiettivi devono contribuire le forze della nostra Associazione e delle molte figure professionali e istituzionali coinvolte, a seconda della funzione rivestita nei diversi momenti dello sviluppo, dell’apprendimento e del riconoscimento delle espressioni sintomatiche dei diversi Disturbi Specifici di Apprendimento.

Il progetto presentato alla Vostra attenzione per una scuola “Dislessia amica”, può essere un importante momento di condivisione e di affermazione della volontà di dare piena attuazione ai principi della legge 170.

Nella convinzione che questo 8 ottobre sia anche una Vostra festa, Vi ringrazio per l’importante contributo che continuerete a dare a questo nostro comune cammino di inclusione e di conoscenza.

Franco Botticelli
Presidente Associazione Italiana Dislessia