Comunicato – Aggiornamento situazione Primaria Buffoli

A seguito dei Consigli di Classe tenutisi in questi giorni presso la scuola primaria Buffoli di via Edera e a seguito delle comunicazioni ufficiali da parte del Comune vi informiamo che:

–          Sono stati eseguiti interventi di sanificazione dall’azienda che ha in gestione l’appalto mensa

–          Sono state inserite esche nei locali in cui erano stati trovati escrementi, ma non sono stati rinvenuti animali

–          E’ in corso un intervento di derattizzazione con l’installazione di esche su tutto il perimetro dell’edificio

–          Sono stati inseriti dei tappi di cemento removibili negli scarichi dei bagni per non permettere nuovamente l’accesso dei topi nei bagni del refettorio

In allegato il comunicato del Comune (Risposta Comune _ bagno via edera) che dichiara gli interventi eseguiti. Riteniamo possiate diffondere questo comunicato alle famiglie dei genitori che frequentano la scuola di via Edera affinchè possano rivalutare la frequentazione della mensa qualora l’avessero sospesa in questo periodo.

Per quanto riguarda la riapertura definitiva dei bagni, chiederemo un incontro con la Giunta Comunale per capire i tempi programmati. Chiederemo uno stato avanzamento dei lavori anche sulle altre scuole del territorio. Chiederemo che questo incontro possa essere aperto a tutti i rappresentanti di classe.

Alcune ultime precisazioni rispetto alla vicenda appena vissuta:

–          Il Comitato Genitori, nelle figure dei commissari mensa nominati dall’Amministrazione Comunale, non ha mai ritenuto di potersi ascrivere funzioni di controllo igienico-sanitario. Per questo motivo è stato richiesto l’intervento dell’organo preposto: Azienda Sanitaria Locale;

–          Per la delicata materia trattata, per la collocazione fisica dei locali e trattandosi di una scuola pubblica frequentata da minori, ci saremmo attesi frenetiche attività di raccordo tra i soggetti competenti sin dalla prima segnalazione avvenuta in maniera ufficiosa tra Comitato e uffici comunali in data 28 ottobre 2015 e, soprattutto, dopo le segnalazioni ufficiali, nelle successive giornate lavorative del 29, 30, e 2 novembre. Con questo non si intende che il Comitato Genitori dovesse essere necessariamente informato sulle intenzioni di risoluzione rispetto al problema, ma quanto meno l’altra Istituzione coinvolta (la Scuola) sì;

–          E’ proprio a seguito del preoccupante silenzio di quelle giornate che è stata decisa una manovra di diffusione della notizia su tutti i nostri canali. Purtroppo, dobbiamo sottolinearlo, questa forte azione ha avuto l’effetto che avrebbero dovuto avere le pacate segnalazioni dei giorni precedenti. Non era nelle nostre intenzioni essere alla ribalta delle notizie cittadine. Si pretendeva che i diritti dei nostri bambini fossero difesi in tempi certi.

Concludiamo sottolineando che il Comitato Genitori è un riferimento importante ma non unico. Ogni singolo genitore ha il diritto e il dovere di chiedere e di pretendere di sapere cosa accade nella scuola di suo figlio, rivolgendosi alle istituzioni preposte.

“Se non impari nulla, il mondo di poi sarà identico a quello di prima, e avrai anche là le stesse limitazioni che hai qui, gli stessi handicap” (Il gabbiano Jonathan Livingston)

Il Direttivo del Comitato Genitori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *