Gennaio 2017 soliti problemi nei riscaldamenti

Nonostante le rassicurazioni del Sindaco e la sbandierata ordinanza, ancora una volta il rientro dei bambini è al freddo. Le motivazioni accampate sempre le solite: il fantomatico calo di tensione che, guarda caso, colpisce solo la scuola e nessuna casa nei paraggi e la caldaia, a cui si brucia la solita scheda che, come sempre, non può essere cambiata se non dalla ditta conduttrice…

Detto questo, però, l’unica decisione presa sugli unici fondi disponibili per le scuole è stata quella di cambiare, per la modica cifra di quasi € 500.000, i serramenti di una scuola in cui, quando i riscaldamenti funzionano, i bambini sono obbligati a stare in maglietta perché sudano. Complimenti per ora. Poi andremo seriamente a fondo sulla natura, efficienza ed efficacia delle condotte amministrative e politiche dei responsabili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *