Risposta al comunicato stampa del comune con data 19 marzo 2014 – Stramilanino 2014

In merito al vostro comunicato stampa del 19 marzo 2014 sulla Manifestazione in oggetto teniamo a precisare quanto segue.

Premesso che:

  • la sicurezza dei bambini in particolare e di tutti i partecipanti è da sempre prioritaria e condiziona ogni valutazione inerente l’evento;
  • che da sempre l’organizzazione si è fatta carico di garantire la sicurezza attraverso l’impiego di risorse volontarie e di personale della Protezione Civile, sempre rispettando le indicazioni e le prescrizioni della Polizia Locale e facendo riferimento all’ordinanza che puntualmente scaricava sul Comitato Genitori ogni responsabilità legata all’eventi;
  • che lo scorso anno è stato rilevato il consolidamento del numero di partecipanti che si è attestato oltre le mille unità;
  • che sempre lo scorso anno si sono verificati disagi spiacevoli e potenzialmente pericolosi che ci hanno indotto ad innalzare il livello della sicurezza attraverso le seguenti proposte di cui ci siamo interamente accollati responsabilità e risorse:
    • revisione sia della lunghezza che del tracciato del percorso, accorciandolo di quasi un chilometro e deviandolo per evitare l’attraversamento in due punti della via Sormani;
    • auto apripista e auto chiudi pista;
    • revisione del Regolamento di partecipazione alla manifestazione, prevedendo che la sicurezza viene garantita dall’organizzazione fino a un’ora dallo start, oltre tale limite è fatto obbligo per ai partecipanti di rispettare il codice della strada;
    • predisposizione e segnalazione dei percorsi alternativi per il traffico locale;
    • presidio medico garantito per tutta la durata della manifestazione;
    • presenza dell’ambulanza per tutta la durata della manifestazione;
    • che a Dicembre del 2013 abbiamo iniziato a organizzare la nuova edizione della manifestazione, richiedendo incontri con le autorità competenti al fine di affrontare  e risolvere i punti critici emersi;
    • che il primo incontro è stato concesso il 21 Gennaio 2014;
    • che ad ogni incontro si è ribadita con decisione la necessità di avere risposte adeguate e sollecite, perché la manifestazione prevede un’organizzazione che impegna almeno tre mesi di tempo, essendo totalmente a carico di volontari e non da professionisti;
    • che ad ogni incontro le risposte non sono mai state definitive, abbiamo sempre ricevuto promesse che regolarmente venivano disattese dai fatti;
    • che finalmente dopo ben sei incontri, sempre in orari lavorativi quindi con la necessità per il responsabile del Comitato Genitori, di sottrarre tempo al lavoro. Ottenendo una delibera di giunta che ci negava il blocco del traffico, in totale difformità da quanto richiesto e concordato; si precisa che il blocco richiesto era temporaneo ed itinerante e non totale come riportato dalla delibera;
    • che un ulteriore incontro che ha messo al tavolo Sindaco, Assessore, Comandante della Polizia Locale e l’intero direttivo del Comitato Genitori ha prodotto un esito assolutamente incomprensibile, con la riproposizione delle tre alternative discusse sei volte e sei volte eliminate per evidente incompatibilità con la natura della manifestazione;
    • che sono sorte ulteriori difficoltà riconducibili allo stato di agitazione dei dipendenti comunali (vera ragione dell’assenza di ulteriori agenti, nella giornata di domenica) e che su richiesta del sindaco il Comitato Genitori ha tentato anche la mediazione con l’RSU dei dipendenti;
    • che il Sindaco continua a non voler firmare alcuna delibera di blocco temporaneo ed itinerante del traffico, non permettendo al comandante della Polizia Locale l’emissione dell’ordinanza attuattiva

Ringraziamo per la sollecitudine e l’impegno ma il tempo è decisamente scaduto. Mancando i termini temporali per approntare l’organizzazione necessaria, ma soprattutto non essendo garantiti i minimi requisiti di sicurezza richiesti, ci troviamo costretti, nostro malgrado, all’impossibilità di organizzazione l’evento, consapevoli in coscienza di aver fatto molto più del dovuto e di quanto di nostra competenza.

La sicurezza di tutti i partecipanti è stata sempre la nostra priorità, lo abbiamo dimostrato nelle 18 edizioni precedenti.

Il direttivo del Comitato Genitori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *