Verbale riunione generale del Comitato Genitori del 31.05.2016

Cusano Milanino, 31 maggio 2016

VERBALE RIUNIONE GENERALE DEL COMITATO GENITORI NELLA SCUOLA

In data 31.05.2016 si è svolta la seconda riunione generale del Comitato Genitori per l’anno scolastico 2015-16 con il seguente o.d.g.:

  1. Stramilanino 2016: ricavato manifestazione e decisione destinazione
  2. Commissione strutture: presentazione lavori e progetto in studio sulle scuole
  3. Commissione mensa: breve sintesi attività nell’anno
  4. Varie

L’assemblea si apre alle 21.30

Direttivo in carica presente:  Vice Presidente Elisa Bersanetti, Vice Presidente Ezio Maria Grimaldi, Tesoriere Norma Fallilotti, Segretaria Vania Righi. Presidente Sabrina Scandelli entra alle ore 22.00.

Rappresentanti di classe: 17 presenti e 1 delega.

Referenti commissioni presenti: Referenti Commissione Comunicazione Elisa Bersanetti e Gianluca Bernardi, Referente Commissione Strutture Sabrina Scandelli.

Genitori presenti nel pubblico: 2.

Trattandosi di assemblea ordinaria, non è richiesta presenza minima di aventi dirittto al voto. L’assemblea è ritenuta valida.

Apre l’assemblea la Segretaria Vania Righi, spiegando che, a causa di un sopravvenuto imprevisto, il Presidente Sabrina Scandelli raggiungerà l’assemblea alle ore 22.00.

Si ringraziano i partecipanti all’assemblea presenti nonostante il periodo ricco di impegni. E’ stato necessario prevedere in calendario questo appuntamento per poter decidere quanto prima la destinazione del ricavato Stramilanino 2016 e per poter presentare, prima dell’estate, un importante progetto sulle strutture scolastiche al quale il Comitato Genitori sta lavorando da alcuni mesi.

Si procede seguendo i punti indicati all’ordine del giorno.

Stramilanino 2016

Si ringraziano i presenti e tutti i genitori per il particolare riscontro avuto quest’anno per la manifestazione Stramilanino 2016. Sono stati iscritti 1096 ragazzi, bambini e adulti e l’affluenza alla raccolta delle iscrizioni è sempre stata costante. Si ringraziano i rappresentanti di classe per il gran lavoro di raccolta e coinvolgimento.

Per quanto riguarda i dati economici della manifestazione, si riportano i complessivi:

  • Uscite: 5.992,18 Euro
  • Entrate: 15.346,00 Euro

Il saldo della manifestazione è di 9.353,82 Euro.

Il dettaglio del resoconto economico è pubblicato sul sito del Comitato Genitori.

Una breve analisi del resoconto suggerisce che il saldo, molto positivo, è il frutto di mesi di lavoro in cui:

  • È stato possibile coinvolgere le attività imprenditoriali presenti sul territorio rendendole partecipi alle spese sia in maniera diretta che attraverso la fornitura di materiale
  • E’ stato possibile scegliere con cura i fornitori che hanno offerto il miglior prezzo

Grande rilievo anche all’attività di tutti i volontari che hanno speso ore di lavoro perchè la manifestazione potesse svolgersi al meglio ed a tutte le associazioni, oltre al Comitato Genitori, che sono state presenti in prima linea.

La parola viene passata ai rappresentanti di classe ed ai genitori presenti per poter raccontare cosa è stato possibile realizzare nel corso dell’anno scolastico grazie al ricavato della precedente edizione.

Ecco i progetti realizzati nel corso del 2015/2016:

  • Infanzia Codazzi: con Stramilanino 2015 sono stati destinati 581,25 Euro.

Attraverso la quota destinata e attraverso le altre manifestazioni realizzate dalla scuola. è stato possibile realizzare il progetto di musica e, in parte, la nuova aula Munari.

  • Primaria Fermi: con Stramilanino 2015 sono stati destinati 581,25 Euro.

Attraverso la quota destinata e attraverso le altre manifestazioni realizzate dalla scuola. è stato possibile acquistare una nuova LIM.

  • Medie Marconi: con Stramilanino 2015 sono stati destinati 581,25 Euro.

Attraverso la quota destinata e attraverso le altre manifestazioni realizzate dalla scuola. è stato possibile acquistare una nuova LIM.

  • Infanzia Bigatti: con Stramilanino 2015 sono stati destinati 581,25 Euro; è inoltre stata destinata la quota arretrata di Stramilanino 2012 di 800,00 Euro.

Non sono presenti in assemblea genitori della scuola dell’infanzia Bigatti per poter raccontare i progetti realizzati, ma recuperemo presto informazioni anche da parte di questa scuola materna.

  • Infanzia Montessori: con Stramilanino 2015 sono stati destinati 581,25 Euro; è inoltre stata destinata la quota arretrata di Stramilanino 2012 di 800,00 Euro.

E’ stato possibile realizzare lo spettacolo di fine anno a cui, oltre ai remigini, hanno potuto partecipare tutti i bambini della scuola materna.

  • Primaria Buffoli: con Stramilanino 2015 sono stati destinati 581,25 Euro; è inoltre stata destinata la quota arretrata di Stramilanino 2012 di 800,00 Euro.

Attraverso la quota destinata e attraverso le altre manifestazioni realizzate dalla scuola. è stato possibile acquistare quattro nuove LIM.

  • Primaria Giovanni 23: con Stramilanino 2015 sono stati destinati 581,25 Euro; è inoltre stata destinata la quota arretrata di Stramilanino 2012 di 800,00 Euro.
  • Medie Zanelli: con Stramilanino 2015 sono stati destinati 581,25 Euro; è inoltre stata destinata la quota arretrata di Stramilanino 2012 di 800,00 Euro.

La scuola primaria Giovanni 23 e la secondaria Zanelli hanno deciso di unire i fondi raccolti dai due plessi per poter ammodernare l’Aula Porriello, aula magna collocata nell’edificio del plesso Giovanni 23 ma di cui usufruiscono i ragazzi delle due scuole. E’ in corso la raccolta di preventivi  (ad es.acquisto di un nuovo proiettore con installazione di telone automatico, etc).  Da verificare insieme al plesso Buffoli se concordare una minima partecipazione alla spesa (l’uso da parte del plesso Buffoli dell’aula è limitato, essendo il plesso più distante).

Si concorda unanimamente che la fase di restituzione di quanto è stato possibile realizzare è importante, sia per rispetto del faticoso lavoro svolto da chi si attiva in prima persona, sia per trasparenza nei confronti di tutti coloro che partecipano in fiducia al finanziamento diretto (sostenitori, iscritti, partecipanti alla sottoscrizione a premi).

Si procede alla decisione di come destinare il ricavato di Stramilanino 2016.

Viene unanimante concordato di lasciare il ricavato in gestione dei singoli pressi, attraverso i rappresentanti di classe, come sperimentato con il ricavato di Stramilanino 2015. In questa maniera infatti è più semplice l’indirizzamento secondo le esigenze della singola scuola.

Per la suddivisione, sono tre le proposte al voto:

  • Proposta 1. Divisione per numero di plessi.

La singola quota per plesso viene stabilita dividendo il ricavato totale per il numero di plessi:  9353,82 Euro / 8

  • Proposta 2. Divisione per numero di iscritti.

La singola quota per plesso viene stabilita dividendo il ricavato totale per il numero di iscritti totali e distribuendo al plesso in funzione degli iscritti:  5,06 Euro (quota pro-capite) * numero di iscritti del plesso

  • Proposta 3. Metà quota suddivisa per numero di plessi – Metà quota suddivisa per numero di iscritti.

Metà del ricavato viene suddiviso secondo il numero di plessi (Proposta 1).

Metà del ricavato viene suddiviso secondo il numero di iscritti (Proposta 2)

La singola quota per plesso viene stabilita sommando le due quote.

Votazione:

  • Proposta 1 : Voti 1
  • Proposta 2 : Voti 0
  • Proposta 3 : Voti 17

Per maggioranza di voto, viene stabilito di adottare la proposta numero 3.

Fatti i conteggi secondo questa direttiva, il tesoriere Norma Fallilotti contatterà i referenti di plesso per il trasferimento dei soldi.

Si prega di avvisare il Comitato Genitori in caso il referente in carica non fosse più disponibile al ruolo indicando il genitore/i genitori che, in accordo con i rappresentanti di classe del plesso, sia da interlocutore per lo scambio di informazioni tra plesso e direttivo del Comitato Genitori. E’ possbile indicare anche più figure di riferimento per facilitare lo scambio di informazioni.

Referenti attuali:

  • Infanzia Codazzi: Elena Camurri
  • Primaria Fermi: Pamela Marelli
  • Medie Marconi: Tiziana Savian
  • Infanzia Bigatti: Walter Palmisani
  • Infanzia Montessori: Elena Vitale
  • Primaria Buffoli: Simona Simonazzi, Patrizia Pranda
  • Primaria Giovanni 23: Laura Piazza
  • Medie Zanelli: Ornella

 

City Camp

Si cede la parola a Caterina Lamanna, presente in aula, per presentare il City Camp.

Il progetto di campus di inglese con tutor madrelingua si svolgerà a partire dal giorno 13 giugno per due settimane, presso la scuola Buffoli. Il progetto coinvolge bambini dalla prima alla quinta elementare, con la possibilità di ospitare i ragazzi madrelingua. E’ un’iniziativa che si svolge da alcuni anni con successo e soddisfazione da parte delle famiglie.

Commissione Strutture

L’interesse per le scuole sta crescendo a livello nazionale.

Il MIUR pubblica, proprio in questi giorni, un bando del valore di 300 milioni di Euro per la progettazione della “scuola innovativa”  con lo scopo di definire le linee guida per la progettazione dell’edilizia scolastica del futuro.

Renzo Piano e la sua equipe di lavoro individuano i punti critici per la riqualificazione delle periferie tra i quali emerge la necessità di consolidamento degli edifici scolastici. Identifica, come necessari, due presupposti: politici intelligenti e cittadini consapevoli.

Sabrina Scandelli apre con questa premessa la presentazione del progetto a cui sta lavorando da alcuni mesi. Questo progetto rappresenta la naturale prosecuzione del lavoro di rilievo condotto negli anni dai genitori che in maniera volontaria e gratuita hanno visitato gli edifici scolastici, annotando le anomalie e definendo una prima anagrafica degli edifici più volte presentata in Comune.

Il progetto prevede una collaborazione professionale con il Politecnico di Milano per uno studio scientifico e strutturato sullo stato degli edifici scolastici. La richiesta viena portata avanti da parte del Comitato Genitori.

Le domande a cui questa analisi dovrà rispondere sono: quale è il patrimonio in possesso della comunità? Quanto rendono gli edifici scolastici? Quanto costano? Come è possibile intervenire, migliorare? Ci sono parti da dismettere? Quali investimenti devono essere fatti per poter realizzare un risparmio energetico? E’ possibile redigere un piano di manutenzione? E’ possibile determinare una priorità sulle anomalie?

Lo studio dovrà fornire al Comune una migliore conoscenza del proprio patrimonio scolastico per ottimizzarne la gestione e per progettare e programmare interventi di riqualificazione e per poter attuare un piano di manutenzione programmatica.

Un simile studio è stato condotto su una scuola primaria di Nerviano, costruita nel 1954 e mai manutenuta. Attraverso i rilievi e l’applicazione dei modelli è stato possibile individuare i punti di dispersione energetica; con simulazioni di riqualificazione si individuano gli interventi necessari per invertire la tendenza. Un approccio scientifico di questo tipo individua la corretta soluzione all’anomalia riscontrata, a volte localizzando interventi persino più economici di quelli che un approccio non metodologico avrebbe individuato.

Viene richiesto quanto l’investimento costerebbe alle casse comunali. In convenzione con il Politecnico la cifra si aggirerebbe sui 2.500 Euro (approsimativamente) per edificio scolastico.

Il pubblico presente in sala si dimostra molto interessato a questo tipo di approccio e appoggia la presentazione della richiesta all’amministrazione comunale.

Vi sono anche interventi di genitori competenti in materia che dimostrano come un approccio con metodo, ad es al tema del risparmio energetico, possa essere molto più economico di un approccio senza analisi. Spesso vengono affrontate spese enormi per interventi che non portano ad un risultato soddisfacente semplicemente per il fatto è mancata una analisi puntuale sull’anomalia.

Vengono tuttavia sollevati dubbi che la richiesta inoltrata dal solo Comitato Genitori possa avere successo. Si teme che la  richiesta non venga presa in considerazione e che l’amministrazione comunale decida di non investire denaro in uno studio, adducendo motivi che potrebbero essere, ad esempio, la non immediata disponibilità di fondi. Questo mancanza di fondi, o volontà di trovarne, potrebbe protrarsi fino al prossimo cambio di gestione, fornendo alla prossima amministrazione altre simili scusanti.

Altro punto critico, individua Scandelli, è che oltre allo studio gli interventi suggeriti vengano messi in opera. Per questo è necessario comprendere lo spazio di manovra tra investimento, manutenzione, spesa corrente.

Si conviene che è necessario coinvolgere le forze politiche presenti sul territorio e tutte quelle forze attive che partecipano direttamente della vita sociale di Cusano Milanino.

Si decide in comune accordo di rinnovare la presentazione portandola alla conoscenza sia dei genitori che non hanno potuto partecipare a questa serata, sia dei consiglieri comunali che delle associazioni.

Ci si lascia con appuntamento a rivedersi per il 21 o 22 giugno, a seconda della disponibilità delle sale riunioni.

Commissione Mensa

La referente Elena Camurri non è potuta intervenire per motivi di salute. L’aggiornamento sui lavori della commissione mensa viene rimandato alla prossima assemblea.

 

Allegati al presente verbale: